Napoli Napoli OF News

Al Maradona tornano i tre punti, Petagna rilancia il Napoli di Spalletti ed è 1-0 contro la Samp

Napoli-Sampdoria

Giornata piovosa al Diego Armando Maradona. L’arena di Fuorigrotta accoglie i blucerchiati di D’Aversa per un match impegnativo per gli azzurri, a corto di uomini a causa dei contagi da Covid-19. All’andata, in quel di Genova, in splendida forma la squadra di Spalletti centrò per quattro volte la porta di Audero. Ironia della sorte, i tre partenopei che andarono in rete sono oggi assenti. Victor Osimhen, che segnò una doppietta, Piotr Zielinski, positivo al Covid, Fabian Ruiz, in panchina. Finisce 1-0 al Diego Armando Maradona grazie alla rete di Andrea Petagna.

Primo tempo Napoli-Sampdoria: buona la seconda, Petagna la sblocca al Maradona

Primi minuti sostanzialmente tranquilli all’ex San Paolo con velleità già presenti da parte di Dries Mertens che non perde occasione per mostrarsi pericoloso in area avversaria. Un asfissiante palleggio nell’area di rigore blu cerchiata non basta al Napoli per realizzare la rete del vantaggio. Il colpo di scena giunge al 26esimo di gioco, dopo un corridoio interessante, Lorenzo Insigne si infortuna ma non esce subito dal campo. Tiro in porta interessante, due minuti dopo, di Rrahmani che punta Audero, sorprendendolo e gettando il pallone in angolo. Esce il campitano al 29esimo ed al suo posto entra Matteo Politano. L’emergenza del Napoli non si placa, dunque, e le pedine sono sempre meno. Buona, poi, la punizione di Ghoulam, con una traiettoria un po’ troppo centrale ma insidiosa. Ed è Juan Jesus, al 35esimo di gioco a bucare la rete blucerchiata. Gol annullato, però, per fuorigioco. Tutto da rifare per gli azzurri di Spalletti, in vantaggio solo per pochi minuti. Squillo di Politano che, dalla distanza, realizza un tiro a giro che esce di un nulla. Al 43esimo, Petagna approfitta di uno stop, con Mertens a terra, e va in rete. Tutto buono al Maradona e a poco prima della fine del primo tempo il Napoli passa in vantaggio. La prima ammonizione del match è per Chabot, per fallo su Mertens e prima ancora su Demme.

Secondo tempo Napoli-Sampdoria: l’esordio di Tuanzebe in azzurro

La ripresa parte con un doppio cambio per D’Aversa con Rincon che entra al posto di Edkal e Falcone, a difesa dei pali blucerchiati, dopo l’infortunio di Audero. Subito offensivo il Napoli con buone costruzioni di gioco, in cerca del raddoppio che diventa molto vicino al minuto 56, su un’azione veloce e tecnica che però Mertens non riesce a mettere in rete. Tanta intensità e stanchezza che inizia a farsi sentire con gli azzurri che cercano la porta spasmodicamente e Politano che, al minuto 75, con la testa, prende un tempo invidiabile, su assist di Petagna e fallisce per poco il 2-0. Pronti i cambi in panchina per Luciano Spalletti che serve sul piatto il neo azzurro Tuanzebe, al posto di Ghoulam. Entra anche Fabian Ruiz, fuori Diego Demme. Al minuto 83, è ancora Mertens che sfiora il raddoppio ma la palla va fuori di poco. All’87esimo, Politano illude ancora. Secondo cartellino giallo estratto da Di Bello nel match è per Murru, per fallo su Politano. Tre minuti di recupero. Finisce 1-0 per il Napoli.

Tabellino:

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Ghoulam (Tuanzebe 80′) ; Demme (Fabian Ruiz 80′) , Lobotka; Elmas, Mertens, Insigne (Politano 29′); Petagna. All. Spalletti

SAMPDORIA (4-4-2): Audero (Falcone 45′); Dragusin, Ferrari (Yepes Laut 89′), Chabot, Augello (Murru 75′); Ciervo (Caputo 72′), Ekdal (Rincon 45′), Askildsen, Thorsby; Quagliarella, Gabbiadini. All. D’Aversa

LEGGI ANCHE: Napoli-Sampdoria, il commento del club: “Rombo di tuono Petagna. Un gol di altri tempi da bomber di razza…”

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com