Napoli Napoli OF News

Tra conferme, rinnovi e futuro: ADL scuote il Napoli

Certo, il suicidio sportivo di Empoli ha messo davvero la parola fine sulle possibilità del Napoli di vincere il campionato, e Aurelio De Laurentiis ieri ha fatto tappa a Castel Volturno per la prima volta in questa stagione e ha assistito all’allenamento da bordocampo. Per dare una scossa, far sentire la propria presenza e il suo supporto a un team, reduce da una “maledetta primavera”…

Tra conferme, rinnovi e futuro: ADL scuote il Napoli

Come da programma, ha incontrato prima Luciano Spalletti e poi la squadra: “Eravamo un treno fino a poche settimane fa, che cosa ci sta succedendo adesso?”, il senso delle sue parole riferito dall’edizione odierna de Il Mattino. Dall’allenamento della mattina alla cena con staff tecnico e giocatori che ha chiuso la giornata con l’obiettivo, raggiunto, di mitigare gli animi e arrivare a una soluzione condivisa: massimo impegno per la qualificazione in Champions.

LEGGI ANCHE: De Laurentiis: “Mi scuso con i tifosi del Napoli e vi comunico il primo acquisto! Ieri ho incontrato Mertens…”

De Laurentiis ha tenuto i toni molto distesi, quasi paternalistici, con un confronto tranquillo in cui ha ribadito l’importanza di portare a casa quanto prima la certezza aritmetica dell’obiettivo stagionale.

Prima il patron azzurro era stato a lungo a colloquio con Spalletti in un clima di grane serenità, gli attriti e le tensioni sorti dopo il ko di Empoli durante il viaggio di ritorno in treno sono stati messi da parte e AdL, il presidente partenopeo nella giornata di ieri ha seguito da vicino l’allenamento del mattino ed è rimasto presente fino alla cena con staff tecnico e giocatori, prevista come la prima del ritiro annunciato domenica sera e poi annullato. Passando con l’incontro con Mertens per il rinnovo del bomber belga. Il numero uno azzurro starà sempre al fianco di Spalletti e squadra sino a sabato, giorno della sfida contro il Sassuolo al Maradona.

Gli attriti sorti tra Aurelio De Laurentiis e Luciano Spalletti sono dunque stati messi da parte. La priorità per il patron azzurro in questo momento è quella di ricompattare la squadra. Ma c’è anche l’obiettivo, e non è di secondo piano, di approfondire ogni aspetto legato alla squadra. Da ieri fino a sabato, De Laurentiis vorrà capire nel modo più dettagliato possibile che cosa è accaduto per far sbandare il Napoli allo sprint per lo scudetto. Al termine del campionato, poi tirerà le somme. Nel rapporto con l’allenatore, blindato fino al 2023 con opzione a favore del club per la stagione successiva (ingaggio di quasi 3 milioni a stagione).

Come nel segno della continuità è stato l’incontro prima della cena di squadra con Dries Mertens: sul tavolo il rinnovo del contratto del miglior marcatore all-time della storia del Napoli, che scadrà il prossimo giugno. Il colloquio è durato circa un’ora e mezza e sarebbe stato molto positivo, le parti si riaggiorneranno alla fine del campionato ma la fumata bianca sembra essere vicina. In serata poi la cena all’Hotel Serapide di Pozzuoli, con De Laurentiis che passava tra i tavoli con il tecnico dialogando con diversi giocatori, che poi, come da programma, sono tornati a casa dalle loro famiglie. Il presidente resterà con la squadra fino alla sfida casalinga contro il Sassuolo di sabato.

Se vuoi sapere di più sul Napoli tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com