News

Fedele: “Il Napoli non potrà mai essere l’antagonista della Juve. Servono due papà”

Enrico Fedele, dirigente sportivo

A Radio Crc nel corso di “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Enrico Fedele, dirigente sportivo

Valcareggi è un mio allievo, lo conosco benissimo. Giaccherini nasce esterno, è rapido e veloce e abile nell’uno contro uno. Può giocare da intermedio e da esterno quindi può fare il vice Callejon e il vice Hamsik. Giaccherini arricchisce la rosa del Napoli quindi il concetto di forma è un altro: il Napoli che vuole fare da grande? Se vuole essere l’antagonista della Juve non ci siamo, non potrà esserlo mai. Il motivo? Se il Napoli nonostante i tanti record della passata stagione non ha vinto il campionato è stato perché difetta di esperienza. Mancano giocatori che siano allenatori in campo. Con questa mentalità non si può essere antagonisti alla Juventus. Approvo la politica del Napoli, ma si può essere solo concorrenti di Roma, Inter e Milan e per concorrere con queste squadra non c’è bisogno di Higuain.

Se come strategia aziendale il Napoli voleva essere antagonista alla Juve a gennaio avrebbe dovuto accontentare i vari Higuain e Koulibaly e adesso avrebbe dovuto comprare due calcatoi di carattere, quelli che io chiamo papà”