News

Il fastidio di Mertens e la voglia di essere protagonista: “Sto bene, la mia mentalità…”

E’ ormai consuetudine ascoltare le parole dei calciatori del Napoli durante la sosta delle nazionali. Oggi Dries Mertens ha parlato dal ritiro del Belgio, durante la preparazione che lo vedrà contrapporsi alla Bosnia.“Sarebbe un dispiacere non partire dall’inizio, considerando che Kevin De Bruyne è assente. Potrei giocare nelle due posizioni dietro l’attaccante, nel Napoli gioco a sinistra ma spesso mi accentro e mi avvicino alla punta. Non ho idea sul perchè Martinez non mi abbia schierato contro Spagna e Cipro: non c’era una ragione precisa, e non l’ho nemmeno chiesto. Certamente, però pensavo di giocare contro la Spagna”, ha detto Trilly. Ma, il colloquio inevitabilmente è andato a sfociare sulla stagione al Napoli: “Quando sono partito da titolare sono stato molto felice, ma normalmente capita in un match su due: fortunatamente è capitato in Champions League. E’ ovvio che mi piacerebbe giocare di più, ogni tanto è fastidioso. L’anno scorso Jamie Vardy era l’esempio del buon periodo di forma: vorresti giocare sempre e continuare a segnare. Non sono un grande fan delle rotazioni, ma al tempo stesso non puoi giocarle tutte. Se uno si sente in un buon momento, vorrebbe scendere sempre in campo e continuare ad essere decisivo. Visto per il nostro calendario, però, capisco bene che non si possono giocare tutte le partite ma quando mi capita l’occasione provo a sfruttarla. E’ la mia mentalità”.