Calciomercato

Cds – Bruno Giordano resta scettico su Icardi: “Lo prenderei però…”

ULTIMISSIME CALCIOMERCATO NAPOLI GIORDANO ICARDI Bruno Giordano, indimenticato centravanti del Napoli che ha vinto nel 1987 il primo scudetto della storia partenopea, ha espresso un suo giudizio al Corriere dello Sport relativamente a Mauro Icardi

Giordano su Icardi: “Ottimo goleador, non il mio preferito”

«È un ottimo goleador – ha detto Giordano – ma non è l’attaccante dei miei sogni. Segna tanto, però partecipa poco alla manovra, mentre preferisco chi sa contribuire alla costruzione del gioco, dialogando con gli altri compagni di squadra. Icardi è un grande finalizzatore, però ha sempre bisogno di una squadra che lo sostenga e gli possa creare diverse occasioni a partita».

Giordano: “Con Icardi, il Napoli non si avvicinerebbe alla Juventus”

Per l’ex attaccante del Napoli, con Icardi non diminuirebbe il gap dalla Juventus. «Ripensando agli ultimi arrivati – ha aggiunto – da de Ligt a Rabiot, la Juve ha addirittura allargato la forbice dalle inseguitrici. Sulla carta resta un paio di gradini sopra al Napoli e all’Inter. Però il calcio è imprevedibile e la Juventus potrebbe avere qualche difficoltà ad inizio campionato con il nuovo gioco di Sarri. In quel caso, il Napoli dovrà essere bravo ad approfittarne».
Giordano aggiunge: “Diego è talmente generoso che per il bene del suo Napoli sarebbe anche disposto a fare un passo indietro. Diego è talmente grande che non avrebbe alcun problema a “far pace” con Icardi. La sua priorità è sempre l’azzurro».

Quando Giordano disse: “Icardi è un ectoplasma, non lo prenderei mai”

A quanto pare Giordano ha leggermente cambiato parere su Icardi nel giro di pochi mesi. A marzo scorso, infatti, a Campania Sport su Canale 21, non risparmiò critiche pesanti all’argentino: “Icardi come un ectoplasma? Sì, è quello. Magari poi buttano cinque palloni nell’area piccola lui è bravo a spizzarli. Ma se io avessi una grande squadra non prenderei mai un giocatore con le sue caratteristiche, perché i grandi attaccanti sono quelli che fanno giocare bene la squadra”