Interviste

Ciaschini: “Ancelotti non ama i ritiri ma per Napoli-Salisburgo ci può stare! Sul figlio Davide…”

Ancelotti

ANCELOTTI NAPOLI – A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giorgio Ciaschini, storico collaboratore di Ancelotti. Si è parlato del tecnico del Napoli e del match di domani con il Salisburgo.

Le parole di Ciaschini

“Non ho fatto gli auguri a Carlo Ancelotti, non sapevo neanche fosse il suo onomastico. Ho letto del ritiro, Ancelotti non è mai stato d’accordo con i ritiri, ma alla luce di una gara particolare come Napoli-Salisburgo ci può stare. Non credo che il ritiro sia punitivo, di solito è un momento di maggiore concentrazione in cui la squadra si ritrova. Certo, in questo caso si tratta di una settimana di ritiro ed è un po’ pesante, credo che De Laurentiis voglia nuovamente il Napoli di una volta, ma è uno stimolo più che una punizione. Il Napoli fatica a trovare continuità e motivazione ad esempio quando la Roma ha sbagliato il rigore, la squadra ha preso fiducia ed ha giocato 20 minuti di calcio. Le reazioni però sono sporadiche e questo non va bene. Un po’ di flessione può starci perché la struttura di base è stata modificata, ma consiglio ad Ancelotti di trovare un assetto definitivo. Certo, la rosa ha caratteristiche diverse, ma è importante avere un undici di base. Davide Ancelotti lo conosco da sempre, ha voglia e capacità, ma è ancora giovane e rapportarsi con giocatori di un certo livello può essere difficile. Di certo, la sua età e l’inesperienza anche da calciatore, lo penalizzano, soprattutto nei momenti di maggiore difficoltà”.

Serena Grande