Altre squadre News

Manchester City: presentato ricorso al Tas contro la squalifica della Uefa

Manchester City

MANCHESTER CITY UEFA
Come già annunciato dal club subito dopo la sentenza Uefa che lo squalificava per le prossime due edizioni di Champions League, il Manchester City ha presentato ricorso al Tas. La squadra di Guardiola, com’è noto, ha subito la sanzione da parte dell’organo di controllo della UEFA nello scorso 14 febbraio, a causa di violazione del Fair Play Finanziario.

Manchester City: il ricorso al Tas

“Il Tribunale Arbitrale dello Sport ha ha registrato un ricorso presentato dal Manchester City contro l’Unione delle federazioni calcistiche europee (UEFA)

L’appello è diretto contro la decisione della Camera giudicante dell’organo di controllo della UEFA (CFCB) del 14 febbraio 2020 in cui si riteneva che il Manchester City abbia violato il regolamento UEFA per le licenze dei club e il fair play finanziario, sanzionando il club con l’esclusione dalle competizioni UEFA per le quali si qualificasse per le prossime due stagioni e condannandolo a pagare un’ammenda di 30 milioni di euro.

In generale, le procedure arbitrali di ricorso in appello comportano uno scambio di comunicazioni scritte tra le parti durante la convocazione di un gruppo di arbitri, che porta poi, tra le altre cose, allo svolgimento di un’audizione. A seguito dell’udienza, il gruppo di esperti delibera e quindi emette la sua decisione. Non è possibile indicare in questo momento quando verrà rilasciata la decisione finale su questo ricorso”

Questo il comunicato ufficiale del Tribunale Arbitrale per lo Sport.

Luca Cerchione

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com