Hellas Verona Interviste News Torino

Hellas Verona, Juric: “Ero incazzato, ma credo sia il mio miglior anno da allenatore in A”

Juric

“Credo che quest’anno quello che abbiamo fatto sia stato sottovalutato tantissimo, non si vede quello che stanno passando squadre come il Torino, che appartengono a un’altra dimensione, anche a livello economico. Così il tecnico del Verona, Ivan Juric, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Torino.

Hellas Verona, Juric: “Ero incazzato, ma credo sia il mio miglior anno da allenatore in A”

“È una grandissima soddisfazione: ero incazzato, ma riflettendoci dico che è il mio miglior anno da allenatore in Serie A. Dentro di me c’è moltissimo orgoglio, sono contento. Cosa chiederò al presidente? Mi ricordo bene che clima ci fosse quando sono arrivato. Ricordo la partita a Foggia, di menefreghismo e delusione totale, e quello che c’è adesso, con quello che abbiamo creato attraverso le plusvalenze. Di questo sono molto orgoglioso. I contratti ci sono da entrambe le parti e sono da rispettare. Poi il lavoro è un’altra roba. Quando firmi lo fai con stima reciproca, poi le cose cambiano. Però quando firmi, firmi: entrambe le parti accettano. Tony mi dice Ivan, alla fine sei un impiegato come me. Per cui faccio l’impiegato”. Ivan Juric, in conferenza stampa, ha commentato la salvezza anticipata della sua squadra, al contrario del Torino prossimo avversario. Il croato ha poi parlato del ritorno di Jose Mourinho in Italia e alla Roma: “Di Mourinho ho letto tutti i libri, tanti anni fa toccava argomenti di cui si dibatteva poco nel calcio. Come reagisce il cervello in certe situazioni, il metodo di lavoro. Spero torni quello di dieci anni fa, che torni ad offrire il calcio che proponeva dieci anni fa, che ultimamente non ho visto”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com