Altre squadre Calciomercato Interviste Juventus

Juventus, Allegri: “Ronaldo mi ha detto che non vuole restare”. Per Cristiano ora è derby di Manchester. Le dichiarazioni di Guardiola e Solskjaer

Ronaldo

“Mi ha detto che non vuole restare e non è convocato. Ha fatto la sua scelta, non sono deluso: la vita va avanti”. Così Max Allegri ha sentenziato la scelta del campione portoghese, ormai chiara a tutti, di non voler proseguire il suo matrimonio coi bianconeri. Impazza ora il toto-squadra che si aggiudicherà le prestazioni di CR7: il trentasettenne attaccante è corteggiatissimo dalle due compagini di Manchester. Sembrava fatta col City, ma lo United non esclude il ritorno…

Juventus, Allegri: “Ronaldo mi ha detto che non vuole restare”. Per Cristiano ora è derby di Manchester. Le dichiarazioni di Guardiola e Solskjaer

Parafrasando Califano, l’ormai ex juventino Ronaldo, non esclude un suo ritorno all’Old Trafford. Anche lo United dunque si sta muovendo per prendere Cristiano. Ole Gunnar Solskjær ha ammesso che avrebbe accolto di nuovo a braccia aperte una “leggenda” del club. “Abbiamo sempre avuto una buona comunicazione. Bruno (Fernandes, ndr) ha parlato con lui e sa che cosa pensiamo di lui. Se dovesse mai lasciare la Juve, sa che noi siamo qui. Cristiano è il più grande di sempre se me lo chiedete. Sono stato fortunato a giocare con lui. L’ho allenato quando ho avuto il mio lavoro. Mi ha quasi portato al ritiro. Vediamo che succede, abbiamo un buon rapporto con lui. Probabilmente è il più grande giocatore di tutti i tempi con Messi. Non pensavo che Cristiano avrebbe lasciato la Juventus. Ci sono state speculazioni. Abbiamo sempre avuto una buona comunicazione. Sa cosa pensiamo di lui.” Ronaldo è partito proprio dai Red Devils: ha giocato per sei stagioni prima di trasferirsi al Real Madrid, nel 2009. Il City deve ancora presentare un’offerta formale. E infatti, dall’altra sponda di Manchester, Pep Guardiola è criptico: “Non posso dire molto. Kane (il centravanti Spurs ha deciso di rimanere a Londra, ndr) continuerà nel suo club, una squadra fantastica come il Tottenham. Ronaldo era, penso che sia ancora, un giocatore della Juventus. Posso solo dire che nei 3-4 giorni rimanenti può succedere di tutto. Dal mio punto di vista, ci sono pochi giocatori, tra i quali Ronaldo, Messi e pochi altri, che decidono loro dove vogliono giocare. Sono dei leader e decidono loro. Sono più che contento della squadra che ho e penso che rimarremo così. Cristiano deciderà dove giocherà, non il City o altri. Oggi è una conferenza complicata, domani abbiamo una partita importante e la conferenza riguarderà altri argomenti.” Intanto il portoghese è appena decollato, trasportato da un volo privato, dall’aeroporto di Caselle. Raggiungerà Jorge Mendes a Lisbona, per poi decidere quale sarà il suo futuro. A Manchester? Non si sa. Di certo non più a Torino.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com