Altre squadre Calciomercato News

Salernitana, il sogno Ribery può diventare realtà lunedì: accordo ad un passo

Ribery

Ci siamo. Svestita la maglia della Fiorentina dopo la scadenza del contratto biennale, Franck sembra convinto: ha scelto di accettare l’offerta della Salernitana scartando quella dei turchi del Karagumruk (che hanno appena preso l’ex Inter Karamoh in prestito dal Parma), dello stesso Parma e dell’Hellas Verona. Per il Kaiser pronto un contratto di un anno con opzione di rinnovo per il 2023 e uno stipendio da 1,5 milioni di euro più bonus. Il giocatore farà l’ultimo punto a Monaco con la famiglia, prima del via libero definitivo.

Salernitana, il sogno Ribery può diventare realtà lunedì: accordo ad un passo

A 38 primavere suonate, Franck Ribery non è ancora sazio. Ha fame, voglia. Il talento, quello no, non l’ha mai abbandonato e non gli è mai mancato. Nella sua seconda vita professionale, dopo aver macinato chilometri e dribbling, fa la seconda punta e il playmaker offensivo, conclude o rifinisce l’azione negli ultimi metri di campo ma si fa trovare anche per tenere palla e far muovere i compagni, proteggendo palla con la sua proverbiale raffinatezza e velocizzando il gioco con passaggi da fantasista. I ritmi meno intensi della Serie A lo aiutano, certo, ma è lui con la sua qualità a variarlo, a scegliere quando andare in transizione e quando gestire il possesso del pallone. I tifosi della Salernitana continuano a sognare dopo una promozione in massima serie che mancava da oltre vent’anni. Nell’economia della buona riuscita dell’operazione ha contato naturalmente il grande entusiasmo del popolo granata alla suggestione che avvicinava il suo nome a quello del loro club del cuore. Lunedì mattina potrebbe già arrivare a Salerno per le visite mediche e la presentazione allo stadio, in grande stile. Lo stile del Kaiser transalpino.

Salernitana, Fabiani: “Sì stiamo trattando Ribery, ma i matrimoni si fanno in due. Sarebbe il nostro Maradona”

Il diesse Fabiani, ai microfoni di Telecolore Salerno, si è “sbottonato” un po’ di più rispetto ai giorni scorsi: “È un’operazione di mercato nata come tante altre. Abbiamo pensato a lui per la sua esperienza, può aiutare nella crescita, dal punto di vista calcistico, tutta la città e tutta la squadra che sarà stimolata a fare sempre meglio, e anche il mister che avrà più soluzioni. Se viene non è per una questione di soldi, l’età non è un problema perché è un professionista, basta vedere cosa è successo al Milan con Ibrahimovic. Ma non ci sono ancora le firme. Voglio comunque ringraziare Ribery anche per il semplice fatto di aver pensato a Salerno, questo mi fa piacere e deve essere un motivo di orgoglio per tutta la tifoseria, la città e la piazza”, ha concluso.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com