Napoli Napoli OF News

Razzismo al Franchi, Il Mattino: la rabbia di Koulibaly e le immediate scuse Viola

Koulibaly

La serata perfetta per la squadra di Luciano Spalletti, con altri tre punti in tasca e con la vetta della classifica sempre solida. Vittoria determinante per il Napoli che, in un terreno difficile, come quello della Fiorentina, si è saputo imporre. La festa azzurra si è macchiata per un episodio fortemente sgradevole, di matrice razzista, ai danni di Kalidou Koulibaly. Ne parla l’edizione odierna de Il Mattino.

<<Scimmia>> e tanto altro: Koulibaly non ci sta più alle offese

Partita finita, 1-2 per gli uomini di Spalletti con Lozano e Rrahmani a segno. La squadra sotto il settore ospiti per omaggiare i tifosi e per festeggiare insieme. All’uscita dal Franchi, Victor Osimhen, Zambo Anguissa e Kalidou Koulibaly sono stati letteralmente investiti dai cori tipicamente razzisti. I primi due azzurri decidono di non guastare la gioia del momento e rispondono con l’arma del sorriso. Per Koulibaly, però, il discorso è diverso. Il senegalese non ci sta più e sbotta nell’udire la parola <<Scimmia>>. “Si è fermato, si è rivolto verso i tifosi e li ha arringati: <<Hai detto scimmia a me? Dimmelo in faccia>>. La rabbia del difensore è testimoniata dal suo riportare tutto, per filo e per segno, ai delegati della Procura Federale. “Gli 007 non avevano visto la scena e Kalidou negli spogliatoi era arrabbiato. <<Basta, non se ne può con queste cose>>, si ripeteva”.

LEGGI ANCHE: Napoli e Scudetto: non è più solo una candidatura! Koulibaly e l’insopportabile razzismo. Rrahmani ritrova la porta, lo schema di Spalletti

Le scuse di Joe Barone

Non è mancata la reazione della Viola. Joe Barone si è personalmente scusato con Kalidou Koulibaly. Scuse anche rivolte al vice presidente del Napoli, Edoardo De Laurentiis. Infine, ha provveduto a inviare un messaggio di scuse anche al numero 1 partenopeo, Aurelio De Laurentiis. Joe Barone ha poi tranquillizzato le schiere azzurre sostenendo di essere già alla ricerca dei responsabili e di essere intenzionati a non farli più accedere allo stadio.

LEGGI ANCHE: Koulibaly contro il razzismo: “Questi soggetti non c’entrano con lo sport. Ecco come mi hanno chiamato”. Il tweet

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com