Napoli Napoli OF News

GdS – Napoli e Scudetto: non è più solo una candidatura! Koulibaly e l’insopportabile razzismo. Rrahmani ritrova la porta, lo schema di Spalletti

Napoli

Vittoria dalle proporzioni doppie per gli azzurri. Contro la dura Fiorentina di Italiano, il Napoli ha dimostrato di meritare il primo posto con tre punti tutt’altro che scontati. L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport lancia la squadra di Spalletti e dedica ancora spazio all’increscioso episodio di razzismo che ha riguardato Koulibaly, all’uscita dal Franchi.

Napoli e Scudetto: non più solo una candidatura ma un tentativo di dittatura in campionato

Il Napoli e lo Scudetto, un binomio lontano ma ripetutamente considerato, in questi anni. Nell’ultima stagione di Sarri, la distanza non era troppo, anzi, ma il sogno azzurro non si è concretizzato ed è rimasto appunto in una dimensione onirica. Questa volta, però, l’ottimismo è talmente forte, dopo la vittoria di Firenze, che il quotidiano sportivo lancia la squadra, parlando non più di una candidatura allo Scudetto ma di un tentativo di dittatura in campo.

Dal calco della formazione della scorsa stagione, Spalletti ha fatto un impressionante lavoro e ha elevato quel gruppo, imprimendo una carica senza eguali. “Il Napoli ha forza e tecnica, mantiene i giusti equilibri tattici e conferma di essere diventata una macchina da gol sulle palle inattive. Il Napoli ha tutto per vincere lo scudetto”.

Koulibaly: “Resta il dispiacere, la delusione di questo ragazzo…”

L’Artemio Franchi, purtroppo, non è stata solo la cornice della vittoria azzurra ma anche lo scenario di rabbia, ignoranza e razzismo. Brutto episodio per Kalidou Koulibaly, offeso e paragonato ad una scimmia, dai razzisti di turno, all’uscita dallo stadio. Il senegalese non si è saputo trattenere, è stanco. “Resta il dispiacere, la delusione di questo ragazzo, che da anni sbatte contro ogni forma di razzismo. Quelle espressioni lo hanno colpito in maniera particolare, gli sono state rivolte con il massimo dello disprezzo”.

LEGGI ANCHE: Koulibaly contro il razzismo: “Questi soggetti non c’entrano con lo sport. Ecco come mi hanno chiamato”. Il tweet

Rrahmani ritrova la porta, la ricostruzione dello schema di gioco

La giusta attenzione sullo schema di gioco messo in atto dagli azzurri, che ha portato alla rete decisiva di Rrahmani. La Rosea la riassume così: “Punizione dalla destra, l’incaricato sembrava Insigne, ma con uno scatto repentino alla battuta è andato Zielinski. Prima del calcio, i saltatori del Napoli hanno fatto qualche passo in avanti oltre la linea del fuorigioco e sono rientrati subito, in modo da scompigliare la linea avversaria”. La riuscita: “All’amo ha abboccato Pulgar”. Quando è partito il tiro mancino di Zieliski, diretto verso il secondo palo “il viola è rinculato e ha tenuto in gioco Rrahmani, accorrente e saltante”. Proprio il kosovaro “ha colpito in beata solitudine e infilato nell’angolo”. Si tratta del secondo gol del difensore centrale, già a segno contro l’Udinese, in un diverso schema di gioco pensato e preparato.

LEGGI ANCHE: Razzismo al Franchi, la rabbia di Koulibaly e le immediate scuse Viola

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com