Napoli Napoli OF News

Koulibaly contro il razzismo: “Questi soggetti non c’entrano con lo sport. Ecco come mi hanno chiamato”. Il tweet

Koulibaly

Parole che fanno male, insulti che demoliscono qualsiasi gioia conquistata sul campo. Questa volta Koulibaly non ci sta. Attraverso un tweet, il difensore senegalese del Napoli riporta le offese che sono state rivolte al suo indirizzo, con un’unica, inesistente motivazione, il razzismo.

Koulibaly contro il razzismo: “Questi soggetti non c’entrano con lo sport. Ecco come mi hanno chiamato”. Il tweet

«Scimmia di merda».
«Putain de singe».
«Fucking monkey».
Mi hanno chiamato così.
Questi soggetti non c’entrano con lo sport.
Vanno identificati e tenuti fuori dagli stadi: per sempre.

🤜🏿 #KK #NoToRacism 🤛🏻

📸 @mattinodinapoli pic.twitter.com/mPz0vZJ5c0

— Koulibaly Kalidou (@kkoulibaly26) October 4, 2021

I social per riportare le parole cariche di odio insensato rivolte al difensore del Napoli, Kalidou Koulibaly. Il centrale, vice capitano azzurro, vuole fortemente l’identificazione di tutti coloro che insultano e praticano episodi di razzismo.

LEGGI ANCHE: Razzismo al Franchi, la rabbia di Koulibaly e le immediate scuse Viola

LEGGI ANCHE: Napoli e Scudetto: non è più solo una candidatura! Koulibaly e l’insopportabile razzismo. Rrahmani ritrova la porta, lo schema di Spalletti

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com