Juventus Lazio Napoli OF News

Verso Lazio-Juventus, Sarri: “Per Immobile serve un ulteriore controllo. La Juve? Anno importante”. Allegri: “Siamo indietro, dobbiamo recuperare terreno”

“Ciro aveva un problema di edema al polpaccio, che ora è completamente risolto. C’è ancora qualche segno di potenziale rischio, domani è previsto un ulteriore controllo per verificare la situazione. Dipende dalle risposte e dalle decisioni che prenderanno lo staff medico e il ragazzo”. L’ex tecnico del Napoli si appresta ad affrontare i bianconeri, coi quali ha vissuto un anno agro-dolce, e potrebbe recuperare il suo bomber, vittima di un infortunio patito (o no) durante il ritiro con la nazionale azzurra. Max Allegri invece tiene alta la concentrazione dei suoi ed è prudente su Dybala…

Verso Lazio-Juventus, Sarri: “Per Immobile serve un ulteriore controllo. La Juve? Anno importante”. Allegri: “Siamo indietro, dobbiamo recuperare terreno”

“Oggi Dybala proverà a fare allenamento, ieri non ha fatto niente. Lui ha voglia di esserci, però il polpaccio anche se non ha niente può essere pericoloso”: così il tecnico bianconero alla vigilia del match di domani all’Olimpico. “In questo momento bisogna solo fare e non pensare – prosegue Allegri -. Siamo indietro in classifica, le chiacchiere non servono assolutamente a niente. Dobbiamo solo pensare a fare per cercare piano piano di migliorare nella fase offensiva e difensiva, oltre che in classifica. Fortunatamente col Chelsea in Champions ci giocheremo solo il primo posto perché siamo già qualificati”. Su Sarri e l’eventuale mancanza di Immobile. “Maurizio è un ottimo allenatore e qua ha vinto uno scudetto. Dovete domandarlo lui, l’ha detto lui e non io. Per me le squadre sono tutte allenabili, dipende poi dai giocatori che hai a tua disposizione. Poi rispetto a due anni fa la squadra è cambiata. Immobile? Sarri ha costruito il Napoli senza avere un centravanti, magari lo farà anche con la Lazio. Dalla prossima domenica magari…”.

Ex di turno Maurizio Sarri, che molto probabilmente sente più di altri la gara di domani: “CR7 inallenabile? Non c’è una dichiarazione in cui dico ciò, sono dei virgolettati che i giornalisti mi attribuiscono. Vendetta contro la Juve? Mi è rimasto un campionato vinto: per uno come me che ha cominciato nelle categorie basse è qualcosa di importante, che chiude un cerchio di vent’anni pieni di sacrifici. Come si ferma l’attacco bianconero? Non è solo l’attacco, ci sono singoli di alto livello in ogni ruolo: la Juve ha la squadra più profonda e forte del campionato. Dobbiamo evitare che abbiano troppo il possesso della palla, che invece dovremo cercare di avere noi. Allegri? Gli scontri tra gli allenatori sono tutti dei giornalisti, domani giocano Lazio e Juventus. Dobbiamo risolvere i nostri problemi prima di pensare agli obiettivi materiali. Tre partite fatte bene significano poco. Avere continuità è una cosa diversa: essere tosti per 15 giorni riesce a tutti, farlo per 3 mesi no”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com