Napoli Napoli OF News

Spalletti ha chiamato Mertens a Capodanno, voleva dargli un messaggio per Juve-Napoli

Mertens

SPALLETTI MERTENS – L’uomo della serata di ieri sera allo Juventus Stadium porta il nome di Dries Mertens, il calciatore belga che da anni ha rubato il cuore dei napoletani. Sceso in campo con la maglia da titolare, l’azzurro ha segnato il gol del momentaneo vantaggio del Napoli, conducendo poi una buona gara fino al 90esimo. Ha risposto magnificamente alla fiducia di Luciano Spalletti, che lo aveva chiamato nella notte di San Silvestro.

Spalletti ha chiamato Mertens a Capodanno, voleva dargli un messaggio per Juve-Napoli

Secondo quanto si legge su La Gazzetta dello Sport, ci sarebbe stato un chiarimento tra l’allenatore e il numero 14 nella notte di Capodanno. L’anno non si era chiuso bene né per la squadra e né per l’attaccante di Lovanio, che aveva mal digerito alcune sostituzioni.  Così Luciano Spalletti avrebbe chiamato Mertens il 31 dicembre raccomandandogli di fare attenzione: “Perché con la Juve giochi tu e mi servi sano”. Dunque, ogni malumore e ogni incomprensione sono alle spalle, soprattutto dopo la partita di ieri. Dries ha risposto bene alla fiducia riposta in lui dal tecnico, gol e prestazione da leader. Era una partita importante quella di ieri, avrebbe potuto mettere in crisi gli azzurri e il rilanciare i bianconeri che si sarebbero avvicinati al Napoli. Invece, nonostante le numerose assenze e Spalletti in quarantena, la formazione partenopea ha condotto un’ottima gara rischiando anche la vittoria.

Futuro Mertens, resterà a Napoli?

Mertens ha segnato un bel gol e aiutato i compagni nei momenti di difficoltà. Non è un segreto che Dries sia uno dei leader e trascinatore della squadra. Adesso c’è da chiedersi se oltre a Insigne, a giugno il Napoli perderà un altro dei punti di riferimento del gruppo. Anche il suo contratto scadrà il 30 giugno e sin dalla partita con la Lazio ha cominciato a lanciare messaggi chiari e inequivocabili alla società. “Io voglio restare qui” mimò con le mani dopo un bel gol rifilato a Reina. I rapporti con la proprietà sono buoni, il precedente del 2020 fa ben sperare: il belga aveva firmato il rinnovo in estate a 33 anni, ma come ricorda Il Corriere dello Sport, i tempi sono cambiati. Il giocatore ora ha 35 anni e le linee guida del club sono diverse ora per i rinnovi: abbattere il monte ingaggi, cioè sostanziale riduzione dello stipendio. Attualmente Mertens guadagna 4,5 milioni (più bonus) all’anno, decisamente una cifra superiore a quella offerta da De Laurentiis per il rinnovo di Insigne (3,5).

Serena Grande