Napoli Napoli OF News

Mediaset, Agostinelli: “Il Napoli non ci ha creduto, non si può mollare così nel quarto d’ora finale” [ESCLUSIVA]

Napoli
Mediaset, Agostinelli: "Il Napoli non ci ha creduto, non si può mollare così nel quarto d'ora finale" [ESCLUSIVA]

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Andrea Agostinelli, opinionista.

Mediaset, Agostinelli: “Il Napoli non ci ha creduto, non si può mollare così nel quarto d’ora finale” [ESCLUSIVA]

“La partita è stata equilibrata con episodi e gol bellissimi, non mi è piaciuto però il fatto che il Napoli abbia preso 3 gol in un quarto d’ora, anche se era in 9. Il Napoli non ci ha creduto. Quando la Fiorentina ha segnato con Venuti non ci hanno più creduto. Lozano era entrato anche bene, poi ha fatto un fallo incredibile. Fabian Ruiz anche. Qualcosa non va, nel calcio serve la testa anche nelle partite apparentemente meno importanti. La Fiorentina quest’anno ci si deve impegnare per batterla.

Quando una squadra perde in questo modo ne risente. Peraltro ha perso tante partite in casa, paradossalmente è come se il Napoli fosse diventato una squadra da trasferta. La cosa che mi fa piacere è che nel momento di difficoltà sia sempre riuscito a reagire come gruppo. I titolari che sono entrati ieri hanno sbagliato. La testa non era giusta, il 2-5 può far male. La mia delusione è stata soprattutto nel quarto d’ora finale: non si può mollare così. Pensavo che Spalletti potesse mettere uno dei centrali in attacco per la mischia invece non l’ha fatto. La prestazione della Fiorentina è figlia della gara giocata a Torino. La panchina della Fiorentina poi era migliore ieri. Detto questo, la moria di giocatori deve finire perché altrimenti non può andare avanti il Napoli.

Il Napoli è un gruppo vero, contro Milan e Juventus ha fatto grandi partite nonostante gli infortunati e le assenze. Ma non può continuare così. Se gioco una partita senza Maradona ce la posso fare ma 5 di fila…”.

Claudio Agave

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com