News

Djokovic, l’Australia annulla (di nuovo) il visto: i legali hanno già presentato ricorso

Djokovic

CASO DJOKOVIC – Continua ancora la vicenda sul caso Djokovic che sta facendo discutere nelle ultime settimane. Dopo la vittoria giudiziaria del tennista il ministro australiano dell’Immigrazione, Alex Hawke, ha usato il suo potere personale per annullare (di nuovo) il vista del serbo. L’atleta, dunque, dovrà lasciare il Paese – e non può farvi rientro per i successivi tre anni – ma i legali avrebbero già presentato ricorso.

Djokovic, l’Australia annulla (di nuovo) il visto: i legali hanno già presentato ricorso

L’Australia annulla il visto di Novak Djokovic. “Oggi ho esercitato il mio potere ai sensi della legge sull’immigrazione per cancellare il visto in possesso del signor Novak Djokovic per motivi di salute e ordine, ritenendo che fosse nell’interesse pubblico procedere in questo senso”, si legge nella nota del ministro Hawke. “Nel prendere questa decisione, ho considerato attentamente le informazioni fornitemi dal Ministero dell’Interno, dalla Australian Border Force e dal signor Djokovic. Il governo Morrison è fortemente impegnato a proteggere i confini dell’Australia, in particolare in relazione alla pandemia di Covid-19”. Dunque, una decisione presa dal Governo per motivi di sicurezza. È l’ultimo capitolo della burrascosa vicenda? No, perché i legali avrebbero già presentato ricorso – stando a quanto riportato da Repubblica – con l’obiettivo che venga rivalutato entro domenica, in modo da consentire al tennista di partecipare agli Australian Open, di cui è campione in carica.

Serena Grande

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com