News

Bufera in Olanda, giornalista Jort Kelder: “Enormi danni economici per salvare persone che sicuramente moriranno tra due anni”

Coronavirus

CORONAVIRUS OLANDA – Il Corriere dello Sport riporta la notizia della bufera scoppiata in Olanda. Alcune dichiarazioni di Jort Kelder  hanno fatto discutere e non poco. Il giornalista, amico intimo di Mark Rutte – primo ministro olandese – ha affermato che bisogna bilanciare gli interessi sanitari ed economici. Salvare persone affette da Coronavirus che sicuramente moriranno tra pochi anni non aiuta l’economia del paese, anzi la mette ancor di più in ginocchio.

Bufera Olanda, le dichiarazioni di Kelder

Il Corriere dello Sport riporta le dichiarazioni di Kelder: “Stiamo salvando gli ottantenni obesi che fumano. È bene bilanciare gli interessi, chissà quanti danni economici comporterà il salvataggio di persone che sicuramente potrebbero morire entro due anni”. Evidentemente non il giornalista non ha ben chiaro il principio morale su cui si basa la società contemporanea, secondo cui ogni essere umano ha il diritto di vivere e la salute delle persone è prioritaria a qualsiasi altra cosa. Immediate le critiche sui social, tra cui si legge: “Perché non vai a fare volontariato in una casa di cura così almeno ti rendi utile?”.

In seguito, Kelder ha provato a spiegare meglio le sue dichiarazioni: “Non stavo suggerendo di uccidere anziani obesi. Cerchiamo di aiutarli, ma prestiamo anche attenzione all’economia. Pensiamo sempre alla salute, ma siamo sicuri che sia prioritaria rispetto all’economia?”.

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DEL 9 APRILE: 610 MORTI, AUMENTANO ANCORA I GUARITI

Antonio Del Prete

Se vuoi sapere di più sul Napoli tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com