Calciomercato Napoli Napoli OF News

FOCUS – Mercato Napoli, chi viene e chi va: braccio di ferro Milik, Llorente un’incognita. Zaccagni? Si tratta per giugno

Napoli

FOCUS NAPOLI – 84,5 milioni di euro, questa la somma totale spesa dal Napoli durante la finestra di mercato invernale del 2020. Ad un anno di distanza, la situazione è diametralmente opposta. Il mercato degli azzurri in questo 2021 non prevede troppi squilli. Le priorità sono le cessioni e la risoluzione dei rinnovi di contratto di alcuni giocatori. La linea del club è chiara: la rosa è competitiva quindi arriveranno rinforzi solo in caso di cessioni. Una strategia condivisa da De Laurentiis, Giuntoli e Gattuso consapevoli che i veri grandi colpi sono i recuperi di Dries Mertens e di Victor Osimhen.

FOCUS – Mercato Napoli, chi viene e chi va: braccio di ferro Milik, Llorente un’incognita. Zaccagni? Si tratta per giugno

Per quanto riguarda le operazioni in uscita, i due principali protagonisti sembrano essere Kevin Malcuit e Stanislav Lobotka. Per il terzino francese è forte l’interesse del Parma che è alla ricerca di un difensore sulla corsia di destra. La trattativa sembra essere spedita e ci sono buone possibilità che Malcuit lasci il golfo per approdare alla corte di D’Aversa.

Per il centrocampista invece la situazione è un po’ diversa. Arrivato proprio durante lo scorso mercato di gennaio, non è riuscito a convincere a pieno mister Gattuso che infatti non gli ha concesso troppo spazio. L’arrivo di Bakayoko e il passaggio al 4-2-3-1 hanno definitivamente chiuso lo spazio al giocatore che ha voglia di rimettersi in gioco. Chissà se può percorrere lo stesso tragitto di Simone Verdi al Torino. La società granata ha quasi chiuso con il Milan per la cessione di Meité ed ha un posto libero in mezzo al campo. L’interesse c’è, ma la trattativa non è avanzata come nel caso di Malcuit. Nonostante il veto posto da Giuntoli sulla cessione, ci sono buone probabilità che lo slovacco lasci gli azzurri. Per ora l’offerta è sulla base del prestito, ma il vero problema riguarda l’ingaggio (1,8 milioni a stagione) che Cairo vorrebbe mettere, almeno in parte, a carico degli azzurri.

Questione rinnovi

A loro due si aggiunge ovviamente la questione Milik. Il braccio di ferro con il Napoli non fa bene ad entrambe le parti: l’attaccante rischia l’Europeo, gli azzurri di perderlo a parametro zero a giugno poiché è in scadenza. Si cerca una soluzione, ma l’ipotesi Atletico Madrid sembra ormai arenata. I colchoneros infatti hanno virato su Moussa Dembele del Lione per sostituire Diego Costa. Il prezzo fissato da De Laurentiis non aiuta, nessuno riesce ad avvicinarsi ai fatidici 15 milioni di euro. L’unica squadra realmente interessata, ad oggi, sembra il Marsiglia ma la domanda non si avvicina alla richiesta. E poi, anche se si riuscisse a trovare l’intesa Milik accetterebbe di andare in Ligue 1? Una situazione spinosa che ha portato a logorare i rapporti e ad agire più per principio che per interesse.

Situazione simile la vive anche Fernando Llorente. I rapporti sono migliori, ma lo spagnolo non intende accettare offerte che non lo convincono. In estate ha rifiutato molte proposte ed ora una sua partenza non è scontata. Lo stesso Gennaro Gattuso ha confermato che l’attaccante potrebbe rimanere in azzurro. Il suo futuro è infatti legato al recupero di Victor Osimhen. Il discorso dunque è rinviato agli ultimi giorni di mercato. Il rischio reale è che anche lui possa andar via a parametro zero a giugno.

Discorso meno complesso per i rinnovi di Maksimovic e Hysaj. L’ex Torino non riesce a trovare l’accordo per il prolungamento. Troppo alte le pretese per De Laurentiis. La situazione resta in stand-by, ma l’ipotesi cessione è molto probabile. Alla finestra c’è il Liverpool che, in piena emergenza difensiva, monitora con interesse la situazione. L’albanese invece sta trovando molto spazio con Gattuso in questa stagione e la possibile cessione di Malcuit al Parma aprirebbe nuovi scenari per il rinnovo.

Trattative in entrata, due possibili acquisti per il Napoli

Come già annunciato all’inizio, il mercato di gennaio del Napoli non prevede troppi squilli. Ad oggi sul tavolo delle trattative ci sarebbero due operazioni. La prima, molto difficile, riguarda Emerson Palmieri, terzino italiano in forza al Chelsea. Gli azzurri vorrebbero avanzare una proposta di prestito, mentre il blues vorrebbero monetizzare con una cessione a titolo definitivo o anche con un prestito con obbligo di riscatto. Dovrà essere bravo Giuntoli a trovare un’intesa con gli inglesi, nel caso in cui si presentasse l’opportunità, durante gli ultimi giorni di mercato.

Il Napoli tratta anche Mattia Zaccagni con il Verona, la trattativa è però impostata per giugno e quindi non arriverà a gennaio. I due club stanno parlando e cercando l’intesa. L’offerta si aggira intorno ai 15 milioni di euro, ma gli scaligeri vorrebbero alzare il prezzo. La sensazione però è che si possa chiudere. L’unico dubbio è sulle modalità dell’operazione, ovvero se verrà chiusa ora e lasciato in prestito al Verona per 6 mesi (in pieno stile Rrahmani) oppure se le parti troveranno un accordo a mercato chiuso con un verbal agreement.

Un mercato non semplice dunque per il Napoli che dovrà essere bravo a cogliere le occasioni che si presentano sia per quanto riguarda gli acquisti che le cessioni e programmare già la strategia per giugno cercando di opzionare Zaccagni, giocatore di grande prospetto che ha mostrato ottime cose al Verona con Juric.

Antonio Del Prete

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com

LEGGI ANCHE

FOCUS – I numeri di Zielinski: che sia questo l’anno dell’esplosione?

FOCUS – Il grande problema del Napoli: si tira tanto, si segna poco. Dati drammatici rispetto alla concorrenza

Napoli, niente allenamento: Gattuso ha portato tutti a pranzo per ricompattare l’ambiente