News

Jorginho vince la Champions League: il sogno dalla C2 al tetto d’Europa

Jorginho

JORGINHO CHAMPIONS LEAGUE – Jorginho vince la Champions League con la maglia del Chelsea. Al fischio finale una gioia incredibile assale i calciatori blues, in particolare l’ex regista del Napoli che anche ieri sera ha regalato un grande show in campo, ma anche fuori. Poco dopo la vittoria, mosso dall’entusiasmo, ha strappato il microfoni al giornalista di Sky Gianluca Di Marzo e ha intervista il collega Thiago Silva, poi si è fatto tagliare la barba con il rasoio elettrico. “Il calcio regala delle emozioni incredibili” ha dichiarato il centrocampista , che soli dieci anni fa giocava in C2.

LEGGI ANCHE: Champions League, il trionfo del Chelsea. I complimenti della SSC Napoli per Jorginho

Jorginho vince la Champions League: il sogno dalla C2 al tetto d’Europa

Dalla C2 al tetto d’Europa: Jorginho vince la Champions League e raggiunge il sogno di tutta una vita. “Questa medaglia è una cosa incredibile. Volevo mollare, grazie ai miei genitori ho continuato a giocare e ora sono loro qua” ha detto l’ex azzurro ieri a Sky, ringraziando in primis la sua famiglia – ieri la madre e la sorella erano tra gli spettatori allo stadio do Dragão – che l’ha sempre supportato nel lungo percorso della sua carriera. Solo nel 2010 vestiva la maglia della Sambonifacese in Lega Pro seconda divisione. Era in prestito dal Verona, che l’ha cresciuto nel proprio vivaio individuando in lui già le doti del grande calciatore. Nel 2011 ritorna con gli scaligeri in Serie B, riuscendo a portare la squadra ai playoff centrando poi la promozione nella stagione 2012-13.

Nel 2014 arriva una nuova opportunità che si chiama Napoli. Con Benitez non riesce ad esprimere tutte le sue qualità, ma grazie al Sarrismo emerge tutto il suo talento tanto che nel 2016 Antonio Conte lo convoca in Nazionale. Una gioia immensa per Jorginho (di origine italiana da parte di padre), che si è detto sempre orgoglioso di vestire la maglia azzurra: “Questo paese mi ha dato l’opportunità di realizzare il mio sogno”, disse in una conferenza stampa del 2018. Napoli si trasforma in un trampolino per i grandi palcoscenici e dopo il sogno Scudetto sfiorato, si trasferisce con Sarri al Chelsea. Il primo anno vince l’Europa League e due anni dopo alza la Coppa dalle grandi orecchie.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jorginho Frello (@jorginhofrello)

Jorginho e la Nazionale

Una storia lunga e straordinaria, fatta di gioie e delusioni. Jorginho è solamente il secondo giocatore italiano a vincere una Finale di Champions League/Coppa Campioni con una squadra non italiana, unico insieme a Panucci che vinse nel 1998 con il Real Madrid. L’italo-brasiliano però non vuole chiudere qui, quest’anno, la bacheca dei Palmares perché ha ancora un Europeo da giocare. Vuole portare in Nazionale l’energia positiva della vittoria della Champions League e rivivere quell’emozione incredibile della notte di Porto: “Non finisce qui, la fame è sempre la stessa e bisogna continuare a lavorare per vincere ancora”.

Serena Grande

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com