Napoli Napoli OF News

Juventus-Napoli, Asl di Torino: “Chi è in quarantena non può giocare. E’ uno scenario nuovo, mai verificato”

Napoli

Il direttore dell’Asl di Torino, Carlo Picco, affronta il problema di Juventus-Napoli, ossia i tanti casi di positività che potrebbero impedire lo svolgimento regolare del match, previsto, alle ore 20 e 45, all’Allianz Stadium. Ecco le parole di Carlo Picco al Napolista.

Juventus-Napoli, Asl di Torino: “Chi è in quarantena non può giocare. E’ uno scenario nuovo, mai verificato”

“I provvedimenti delle Asl devono essere rispettati. Io non li ho neanche visti. Se la partita rientra nel rispetto del provvedimento dell’Asl si può giocare, altrimenti no. Secondo me chi è in quarantena non può giocare. Può lavorare se ha una terza dose, con le tipologie di attenzione indicate, comprese le mascherine, ma non so se si può giocare con le mascherine. È uno scenario nuovo, mai verificato”.

Nuovi casi? Se emergeranno altri postivi li prenderemo in carico, se saranno registrati in piattaforma entreranno nel nostro circuito e andranno in isolamento. È evidente che se c’è un positivo si attiverà il meccanismo di contact tracing che valuterà ciò che è stato. Se ci saranno positivi si aprirà tutto un altro scenario”.

LEGGI ANCHE: Insigne al Toronto: la reazione dei tifosi e una carezza dell’anima per il capitano. Attesa massima per l’esito dei tamponi, con un altro positivo…

LEGGI ANCHE: Caso Zielinski, Lobotka e Rrahmani: la reazione di ADL. Chi ci sarà al posto di Spalletti?

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com